Se lo puoi immaginare allora lo puoi realizzare
"Walt Disney"
 
 
 

Turismo

PIA Turismo

La Regione Puglia concede alle imprese del settore turistico e culturale contributi a fondo perduto per realizzare Programmi di investimento di importo compreso tra 1 e 40 milioni di euro.

Gli incentivi vengono concessi secondo la modalità a sportello e permettono di realizzare:

> il recupero di strutture non ultimate,

> l’ampliamento, l’ammodernamento e la ristrutturazione di strutture esistenti,

> la creazione di nuove strutture in immobili di pregio o vincolati,

> servizi annessi,

> teatri.

 

L’intensità di aiuto varia in base alle dimensioni dell’impresa richiedente ed ammonta al:

> 45% per le piccole imprese

> 35% per le medie

> 25% per le grandi

 

È possibile presentare programmi integrati di questo tipo:

  • grande impresa più altre piccole e medie, con programma della grande impresa almeno del 50% del totale delle spese ammissibili
  • media impresa più altre piccole e medie imprese, con programma della media impresa almeno del 50% del totale delle spese ammissibili

  

Progetti Agevolabili

a) nuove attività turistico-alberghiere, attraverso il recupero fisico e/o funzionale di strutture non ultimate, legittimamente iniziate, destinate ad attività turistico – alberghiere

b) ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di strutture turistico - alberghiere esistenti al fine dell’innalzamento degli standard di qualità e/o della classificazione

c) realizzazione di strutture turistico–alberghiere (compresi servizi annessi, nel rispetto della normativa vigente) aventi capacita ricettiva non inferiore a n. 7 camere, attraverso il consolidamento ed il restauro e risanamento conservativo di immobili che presentano interesse artistico e storico per i quali, alla data di presentazione dell’istanza di accesso, sia intervenuta la dichiarazione di cui all’art. 13 del D. Lgs. n. 42 del 22/01/2004 (Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio) o altro titolo a norma di legge d) consolidamento, restauro e risanamento conservativo di edifici rurali, masserie, trulli, torri, fortificazioni al fine della trasformazione dell’immobile in strutture alberghiere (compresi servizi annessi, nel rispetto della normativa vigente) aventi capacita ricettiva non inferiore a n. 7 camere. Deve restare immutata la volumetria fuori terra esistente e fatti salvi i prospetti originari e le caratteristiche architettoniche e artistiche

d) strutture, impianti o interventi attraverso i quali viene migliorata l’offerta turistica territoriale con l’obiettivo di favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici (campi da golf, porti turistici e aeroclub, infrastrutture sportive, centri congressi, primo impianto e/o sistemazione di aree a verde di almeno 100 ettari, recupero di aree urbane degradate e/o inquinate da destinare alla realizzazione di strutture ricettive, congressuali, sportive, culturali e/o ricreative, parchi tematici, teatri privati).  


Importi Investimenti

Le domande presentate dalle imprese devono far riferimento ai seguenti parametri:

  1. Grandi imprese: programmi integrati di investimento di importo compreso tra 3 milioni di euro e 40 milioni di euro
  2. Medie imprese: programmi integrati di investimento di importo compreso tra 2 milioni di euro e 30 milioni di euro;
  3. Piccole imprese: programmi integrati di investimento di importo compreso tra 1 milione di euro e 20 milioni di euro.

Gli investimenti delle eventuali PMI aderenti all’iniziativa promossa dalla grande o dalla media impresa devono prevedere costi ammissibili non inferiori a € 1.000.000,00.

Richiedi informazioni »

In Evidenza

CHI SIAMO NEWS CONTATTI BUSINESS SOLUTION TURISMO FORMAZIONE CONSULENZA

Nuovi Scenari S.r.l.

Borgo Merlino, 11 - 70016 Noicattaro (Bari) - Tel. +39 0805432496 Fax. +39 0802143875
eMail: info@nuoviscenari.it - P.IVA 06470120723

Google+

sviluppo web logovia
NEWSLETTER
Ricevi periodicamente informazioni su opportunità
e notizie riservate alle imprese.
Il servizio è completamente gratuito.