Aiutiamo i nostri clienti a realizzare le loro idee d'impresa
 
 
 

News

Turismo: al via il credito di imposta

L’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento del 14 gennaio 2016 ha definito modalità e termini di fruizione del credito d’imposta a favore delle strutture ricettive alberghiere, introdotto dall’articolo 10 del D.L. 83/2014.  

Secondo quanto previsto dal Provvedimento i Beni culturali inviano l’elenco dei beneficiari e l’Agenzia delle Entrate verifica la correttezza delle compensazioni. Versamenti esclusivamente tramite i canali Entratel e Fisconline

Si tratta di una bella opportunità per quanti operano nella ricettività turistica o che forniscono servizi accessori alla ricettività in rete (es. hotel, affittacamere, ostelli, case vacanze, residence, bed & breakfast, ristorazione, trasporto, ecc.), per le agenzie viaggio e tour operator.

Il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate approvato in data 15/10/2015 ha stabilito le modalità e termini di fruizione dell’agevolazione introdotta dall’articolo 9, comma 1, del Decreto cultura. L’agevolazione riguarda gli anni 2014, 2015 e 2016 e consiste, in un credito d’imposta pari al 30% dei costi sostenuti per investimenti e attività di sviluppo e promozione della digitalizzazione dei servizi turistici. Il credito è utilizzabile soltanto in compensazione tramite F24.

I destinatari del beneficio sono:

• gli esercizi ricettivi singoli, cioè ad esempio strutture alberghiere a gestione unitaria, con un minimo di sette camere per il pernottamento degli ospiti, oppure strutture extra-alberghiere, come affittacamere, ostelli, case vacanze, residence, bed & breakfast;

• gli esercizi ricettivi aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari, cioè strutture singole aggregate (nella forma del consorzio, delle reti d’impresa, eccetera) a soggetti che forniscono servizi accessori alla ricettività (ad esempio ristorazione, prenotazioni, trasporto);

• le agenzie di viaggio e tour operator.

Le principali voci di spesa agevolabili sono quelle inerenti gli impianti wi-fi (sempre che la struttura fornisca ai clienti un servizio gratuito di velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s in download), i siti web con app per la telefonia mobile, i programmi e sistemi informatici che favoriscono la vendita diretta di servizi e pernottamenti, spazi web e pubblicità online, consulenze per la comunicazione e marketing digitale, acquisto di software per agevolare gli utenti con disabilità, la formazione del titolare e del personale dipendente all’uso dei nuovi strumenti telematici. Restano escluse le spese di intermediazione commerciale.

L’agevolazione riguarda gli anni 2014, 2015 e 2016, e consiste in un credito d’imposta pari al 30% dei costi sostenuti per investimenti e attività di sviluppo e promozione per la digitalizzazione dei servizi turistici, da ripartire in tre quote annuali di pari importo, fino ad un importo complessivo massimo di 12.500 euro nel triennio.

Il bonus è “alternativo e non cumulabile, in relazione a medesime voci di spesa, con altre agevolazioni di natura fiscale”.

 

 

 

 

Richiedi informazioni »

In Evidenza

CHI SIAMO NEWS CONTATTI BUSINESS SOLUTION TURISMO FORMAZIONE CONSULENZA

Nuovi Scenari S.r.l.

Borgo Merlino, 11 - 70016 Noicattaro (Bari) - Tel. +39 0805432496 Fax. +39 0802143875
eMail: info@nuoviscenari.it - P.IVA 06470120723

Google+

sviluppo web logovia
NEWSLETTER
Ricevi periodicamente informazioni su opportunità
e notizie riservate alle imprese.
Il servizio è completamente gratuito.